Home Dai Comuni Tutti contro Foti, ma anche i dirigenti del Comune hanno le loro...

Tutti contro Foti, ma anche i dirigenti del Comune hanno le loro colpe

Il 23 dicembre scorso c’e’ stata la sentenza del Consiglio di Stato che segue quella del Tar del Lazio che ha bocciato il ricorso avanzato dalla societa’ Assoservizi verso il Comune di Genzano, a seguito della valanga di ricorsi su cartelle errate inerenti la Tarsu cittadina. L’Ente laziale aveva intentato ricorso contro la Assoservizi dapprima al Tar e successivamente al Consiglio di Stato, da cui e’ uscita vincente.

Il Comune di Avellino, che aveva rimediato bocciatura al Tar in quanto il ricorso era stato formulato male, non ha sfruttato la possibilita’ di ricorrere al Consiglio di Stato. L’ente comunale aveva preferito concludere transazione con la Assoservizi, accordo che riconosceva alla societa’ di riscossione oneri nella misura del 20%, in luogo del 39% iniziale (tali oneri sono alquanto alti se pensiamo che il Comune di Salerno ha concordato nella misura del 13%). Cio’ significa maggior peso tributario per i contribuenti avellinesi che ancora una volta risultano i veri sconfitti della vicenda.

Quindi il Comune di Avellino e’ uscito due volte beffato: la prima in quanto non ha esperito il ricorso che, previa riformulazione piu’ accorta, poteva essere presentato e vinto presso il Consiglio di Stato. E poi per la convenzione capestro conclusa con la societa’ Assoservizi, che ha monetizzato a suo favore la chiusura dell’accordo. Ora, se il Sindaco Foti e’ il bersaglio preferito degli avellinesi, specie negli ultimi tempi, da quest’ultimo episodio emergono le magagne del Settore Finanze del Comune, dovute a negligenza e scarsa professionalità, in quanto il surplus sarebbe andato a coprire altre voci di bilancio delle due annate 2015-16.

Sta di fatto che per tutta risposta a fine 2016 sarebbero stati accordati premi di risultato per tutti i dirigenti comunali, compreso il settore Finanze. Siamo al paradosso! Anche se siamo abituati a vedere, nel nostro Belpaese, manager e dirigenti guadagnare stipendi e bonus a sei o sette cifre, pur a seguito di clamorosi flop e pessimi affari per le aziende dagli stessi capitanate!
Quindi i cittadini di Avellino faranno bene a seguire, con la stessa passione che profondono per le vicende calcistiche, anche le procedure della Cosa Pubblica per non continuare ad essere da ignari tartassati da tasse e balzelli vari, cui peraltro non corrispondono adeguati servizi. Anche perche’ Assoservizi non sembra essere il solo caso di gestione bilancio poco trasparente.

DONA IL TUO 5x1000