Home Sport Avellino Calcio Tifosi Avellino, troppo social e poco stadio! Il Partenio-Lombardi sempre più vuoto

Tifosi Avellino, troppo social e poco stadio! Il Partenio-Lombardi sempre più vuoto

Serie B: classifica spettatori 2016-2017, tra le tre campane, l'Avellino è ultimo

Terminata la Stagione calcistica di Serie B, 2016-2017 e resi noti i dati sulla media spettatori delle 22 squadre, delude tantissimo l’Avellino. Il club irpino si colloca soltanto al dodicesimo posto di questa speciale graduatoria con una media di 6.224 spettatori totali, al “Partenio-Lombardi”, compresi gli abbonati che sono stati 2860. Primeggiano il Bari, nonostante un campionato deludente con 16.331 spettatori, il Verona con una media di 14.774 e il Cesena con 12.219. Per quanto riguarda le altre 2 campane, la Salernitana è al quarto posto con 10.919 e il Benevento, sesto, con 8.084.

L’Avellino si trova nella seconda parte della classifica, dietro Spal, Vicenza, Brescia, Spezia e Pisa. Peggio dei lupi fanno solo Frosinone, Ascoli, Trapani, Novara, Ternana, Pro Vercelli, Cittadella, Latina, Carpi e Virtus Entella, ultima con soli 2.239 di media. Il problema della scarsa affluenza delle partite casalinghe dell’Avellino si trascina da tempo, nonostante in più di una volta la società abbia praticato prezzi popolari.

Segno che i tempi sono cambiati e tanti fattori hanno portato ad un “Partenio-Lombardi’ sempre più deserto.
Il calcio moderno con la pay TV ha preso il posto dei tifosi che una volta affollavano gli stadi. Altri motivi che hanno fatto allontanare i tifosi dal seguire la squadra del cuore, sono le nuove e dure leggi del calcio di oggi e i problemi strutturali che accomunano la maggior parte degli impianti italiani.
Impianti troppo vecchi e mal funzionanti.
Stadi che non garantiscono il confort che i tifosi esigono, e che invece hanno trovato abbonandosi a vari pacchetti che la pay TV offre. Inoltre il Campionato ‘spezzatino’ con i suoi orari ha certamente contribuito a peggiorare le cose.

Per quanto riguarda casa nostra, il tifoso dell’Avellino ha perso interesse per la realtà calcistica dopo le numerose delusioni di questi ultimi anni (vedi anche il fallimento) e preferisce, piuttosto mostrarsi fiducioso verso i nuovi progetti della Società biancoverde, vivere di ricordi dei bei tempi che furono.

Tempi neanche troppo lontani, quando al ‘Partenio’ si arrivava a registrare 20/25.000 presenze, nelle gare di cartello.
Oggi invece i dati della media spettatori ci lasciano solo amarezza, e raccontano di gare casalinghe dei lupi come di feste riservate a pochi 4/5000 intimi. Non fanno gioire neanche i dati sugli appuntamenti importanti come le gare di cartello, che quest’anno hanno di poco superato le 9000 presenze.
Eccole: Avellino-Salernitana: 9500 spettatori, Avellino-Benevento: 8000 spettatori, Avellino-Latina: 7.847 spettatori.
Numeri che sono buoni solo in parte, se si considera che solo dal 2002 al 2007, in Lega Pro, il ‘Partenio’ veniva preso d’assalto da 10.000 presenze ad ogni gara. Mentre il record più negativo di quest’anno si è registrato nella gara Avellino-Pisa, 3500 presenze.

L’Avellino perde anche nella classifica tra le altre due campane: Salernitana e Benevento.

Il primo posto, delle tre, se lo aggiudica la Salernitana, con 229.398 presenze totali. Le gare più seguite: Salernitana-Verona 19.709 paganti, Salernitana-Benevento 15.944, Salernitana-Avellino 13.265. Record negativo: Salernitana-Novara 8.120 presenze.

Al secondo posto ci sono i sanniti, con 170.722 presenze totali.
Record di presenze: Benevento-Bari 11.521, Benevento-Frosinone 11.187, Benevento-Salernitana 9.933, Benevento-Avellino 9.481.
Record negativo: Benevento-Spezia 6.807.

DONA IL TUO 5x1000