Home Dai Comuni Summonte tra i Borghi piu’ belli d’Italia

Summonte tra i Borghi piu’ belli d’Italia

Con il dinamico sindaco Pasquale Giuditta a fare gli onori di casa e alla presenza di varie autorita’, quali il sottosegretario ai Beni Culturali Dorina Bianchi, il Drettore della Reggia di Caserta Felicori, l’Abate di Montevergine, s e’ svolta la minifestazione che ha conferito alla localita’ pedemontana l‘inclusione nella rosa dei Borghi piu’ belli d’Italia. Dopo i saluti del Sindaco ed i complimenti del Presidente del Club per l’ambito conferimento presso la sala congressi Don Alberto De Simone di Summonte, e’ seguita un passeggiata tra le viuzze che attraversano il borgo fino alla Torre Angioina, costruita in cocci di pietra ed elevata sui ruderi del castello. L’ingresso del paese presenta un’ariosa piazza ove si erge un maestoso tiglio posto al lato del Palazzo Marchesale e di fronte alla piu’ che decorosa sede comunale: l’insieme fornisce un bel colpo d’occhio che immerge nella storia, mentre sullo sfondo si staglia imponente la verde e lussureggiante montagna del Partenio.

Il riconoscimento e’ stato concesso per l’originalita’ e l’armonia architettonica, la qualita’ del patrimonio abitativo sia pubblico che privato; inoltre la vivibilita’, l’aria salubre ed il contatto diretto con la montagna fanno il resto. Ricordiamo i sentieri che collegano Summonte con l’Altopiano di Campo San Giovanni, percorso attraverso il quale capitera’a seconda dei periodi di poter raccogliere funghi porcini o castagne del prete o dissetarsi a fonti di acqua sorgiva. Varie sono le occasioni di richiamo nell’anno come assistere a festival musicali (l’appuntamento estivo “Sentieri Mediterranei” di musica etnica) o partecipare alla sagra autunnale della castagna, prodotto tipico.

Grazie al riconoscimento ottenuto, la bandiera del Borgo, per Summonte ci sara’ occasione di entrare in un circuito turistico che tocca la Reggia di Caserta, vi e’ gia’ un Protocollo d’intesa siglato, ed i siti del Golfo di Napoli. L’attivo sindaco Giuditta si e’ reso fautore di un percorso di promozione turistica che va seguito ed incrementato, anche in virtu’ del trend attuale che favorisce la riscoperta dei piccoli borghi di cui l’Italia e’ disseminata.

DONA IL TUO 5x1000