Home Sport Avellino Calcio Serie B, al “Partenio-Lombardi” arriva il Cesena, a suo agio in trasferta.

Serie B, al “Partenio-Lombardi” arriva il Cesena, a suo agio in trasferta.

Serie B, domani pomeriggio alle 15:00, l’U.S. Avellino ospiterà al “Partenio-Lombardi” il Cesena, nella gara valida per la 37esima giornata di campionato. Cerchiamo di conoscere meglio gli ospiti bianconeri.

La posizione in classifica dei romagnoli non è delle più tranquille, dato che occupano il quindicesimo posto con 42 punti, a soli +4 dalla zona play-out.Situazione che si aggraverebbe ulteriormente in caso di sconfitta contro gli irpini.

Nonostante la classifica dica il contrario, invece sul campo la squadra di Andrea Camplone viene da una serie di risultati positivi, frutto del buon lavoro del tecnico dei bianconeri che rimedia ai pessimi risultati ottenuti dal suo predecessore Massimo Drago.

Drago che verrà esonerato ad ottobre, dopo la trasferta al “Matusa” di Frosinone, persa per 2-1 (Ciano, Ciofani, Paganini).
Mister Camplone non fa perdere la sua squadra dal 26 marzo, quando al “Comunale” di Chiavari, si fa fermare dalla Virtus Entella, 2-1 ( Crimi, Caputo, Catellani).

Nelle ultime 4 gare i bianconeri collezionano ben 8 punti, dati da 2 vittorie e 2 pareggi. Il buon momento del Cesena assume un valore ancora più importante se si pensa che già da tanto tempo la squadra non può contare su alcuni suoi atleti ritenuti fondamentali. Ricordiamo che Dalmonte sta scontando la squalifica per doping e, pesa l’assenza dell’infortunato Cascione, pedina fondamentale del centrocampo romagnolo.
Il regista del Cesena si ferma proprio dopo la partita d’andata contro l’Avellino, il 26 novembre, vinta dai padroni di casa per 3-0, le reti di Ciano, Dalmonte, Djuric (venduto a Gennaio al Bristol City, sostituito da Cocco, preso dal Frosinone).

Il Cesena ama “giocare a calcio”, palla sempre a terra, non cerca lanci lunghi dalle retrovie. Quella di mister Camplone è una squadra che nel reparto offensivo vanta diverse opzioni, con giocatori versatili: Ciano, Di Roberto, Rodriguez, Garritano.
Attenzione ai due esterni di centrocampo, Balzano a destra e Renzetti a sinistra. L’esterno sinistro è molto offensivo, adora spingersi fino in fondo, crossando per gli attaccanti.
Il punto debole dei romagnoli è certamente la difesa, con i centrali che per caratteristiche tecniche sono lenti e macchinosi.
In fase offensiva però possono rivelarsi pericolosi per gli avversari, su calci piazzati e calci d’angolo, essendo bravi di testa.
Difensori quindi che soffrono molto quando incontrano attaccanti veloci.

Per quanto riguarda lo schema tattico, Andrea Camplone di solito predilige il 3-5-2, ma per la trasferta di Avellino, adotterà il 4-3-3, in cui non faranno parte calciatori importanti.
Il portiere Agazzi, gravemente infortunato, rischia addirittura di non giocare più in questa Stagione calcistica. Non prenderà parte alla gara nemmeno il difensore Perticone, squalificato. Gli ex di turno, Konè e Donkor, non si vedranno in campo, perchè infortunati. Stessa sorte per Il centrocampista Schiavone. Camplone recupera invece il difensore Rigione.

Dunque il 4-3-3 si comporrebbe cosi: davanti ad Agliardi, la coppia difensiva sarà formata dall’ex Ligi e Capelli, sull’out destro Balzano, a sinistra Renzetti. Con l’assenza di Schiavone, nel ruolo di regista si vedrà Laribi favorito su Vitale, affiancato da Crimi e Garritano. L’attacco sarà formato da Ciano, Cocco e Di Roberto e ballottaggio tra Di Roberto e Panico .

Una gara difficile attende l’Avellino di Novellino, i bianconeri sono affamati di punti e giocano meglio in trasferta che in casa, sfruttano infatti le caratteristiche degli attaccanti, abili nelle ripartenze approfittando degli spazi liberi che i padroni di casa di turno lasciano liberi, colpendo in contropiede.

DONA IL TUO 5x1000