Home Sport Basket Scandone: finalmente il primato. Battuta nettamente la Virtus Bologna

Scandone: finalmente il primato. Battuta nettamente la Virtus Bologna

Finalmente il primato: la Scandone dopo 14 giornate di campionato è prima in classifica (al momento solitaria, in attesa del posticipo tra Milano e Pistoia che, comunque non toglierà il primo posto ai biancoverdi, vista la vittoria al Forum) e solo la trasferta di Trento la separa dal (simbolico) titolo di campione d’inverno e, soprattutto, da prima testa di serie delle Final Eight dove la Sidigas arriva tra le favorite. La partita con la Virtus è stata un massacro ben oltre il punteggio finale di 87-59: i biancoverdi hanno avuto il merito di approcciarla in maniera fantastica  e di ammazzarla subito ma la Virtus è stata davvero poca cosa.

Anche con Wells pienamente recuperato, Sacripanti, a ragione, continua con D’Ercole tra i primi 5 e sono proprio l’ex Sassari ed un indemoniato Fesenko (6 nel primo quarto, 12 all’intervallo) ad iniziare il quarto con le marce altissime, fino al 15-10 di metà quarto. L’approccio di Avellino è commendevole per applicazione ed efficacia che aumenta con il passare del tempo: Bologna resta senza canestri dal campo per 9 minuti (solo 2 liberi di Aradori ad inizio secondo quarto) e, dopo il 22-10 di fine primo quarto, la Scandone allunga fino 34-18 del 15imo. Ai biancoverdi basta rimanere attenti individualmente in difesa per disinnescare l’attacco felsineo, molto statico e disfunzionale (10\34 nel primo tempo), mentre nella metà campo offensiva c’è equilibrio nelle soluzioni e nelle marcature. La Virtus sbanda paurosamente, cade fino al 21 (44-23) e chiude un primo tempo da ko tecnico sul 44-25. Impressionante il dato della valutazione totale: 66-9.

Praticamente la partita finisce qui: il secondo tempo serve a Sacripanti a gestire minutaggio e a far recuperare il ritmo partita a Wells e Fitipaldo (sempre più positivo) e a far sognare un PalaDelMauro da ola finale.

DONA IL TUO 5x1000