Home Attualità Salute, Ambiente e Benessere: sabato 6 maggio 2017, convegno a Montoro

Salute, Ambiente e Benessere: sabato 6 maggio 2017, convegno a Montoro

L’associazione Proloco Banzano, con il patrocinio della Città di Montoro e l’assessorato alla Cultura, presentano sabato 6 maggio alle ore 18:00, presso la sala convegni della sede municipale di Piano.

Montoro –  L’evento sarà moderato dal giornalista Carmine Tolino e interverranno il Sindaco della Città di Montoro Mario Bianchino, l’Assessore alla Cultura Raffaele Guariniello, il Consigliere delegato all’ambiente Oscar Giannattasio, e per la Proloco Banzano, Maria Teresa Sabino.

Inoltre, per la parte dedicata alla salute, due medici ricercatori presenteranno una ricerca scientifica di rilevanza internazionale, curata dalla ricercatrice d’origine irpine Dr.ssa Anna Falanga e dal Dott. Arrigo Schieppati. L’approccio scientifico approfondirà i rapporti tra salute, ambiente e benessere, in un’ottica di prevenzione. Difatti la Dr.ssa Falanga ha coordinato un importante progetto di ricerca scientifica a livello nazionale, intitolato “Screening di Ipercoagulabilità come Strumento Innovativo per la Valutazione del Rischio, la Diagnosi e la Prognosi del Tumore” (Studio HYPERCAN), presso l’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, coordinato con altri centri italiani, come l’Ospedale di Treviglio Caravaggio (BG), l’Istituto dei Tumori di Milano, l’Istituto Humanitas di Rozzano (MI), l’Ospedale San Filippo Neri di Roma, l’Ospedale San Giovanni di Roma, l’Istituto dei Tumori di Bari, l’Istituto Neuromed di Pozzilli.

Questo progetto HYPERCAN (HYPER coagulation and CANcer), sostenuto da un importante finanziamento dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (A.I.R.C.), nasce con lo scopo di studiare il ruolo del fenomeno chiamato “ipercoagulabilità” (che indica la tendenza del sangue a formare trombi in modo anomalo) nel predire anticipatamente lo sviluppo di una neoplasia in soggetti sani, oppure nel predire una scarsa risposta alla terapia nei soggetti già malati. «Il progetto di ricerca – sostiene la Dr.ssa Falanga – apre spiragli di ottimismo per la diagnosi precoce e la prevenzione dei tumori, un momento questo di approfondimento scientifico che può aiutare a capire cosa c’è dietro al tumore, per poterlo identificare e possibilmente fermare, grazie all’introduzione di farmaci innovativi che hanno poi contribuito a una significativa riduzione della mortalità per malattie cardiovascolari, tumori, AIDS, epatiti».

Un ulteriore e importante contributo scientifico sarà spiegato dal Dr. Arrigo Schieppati sulla sostenibilità della medicina e farmacologia. “La sostenibilità di tutto ciò che la medicina ci mette a disposizione – spiega Schieppati – come indagini complesse, esami superspecialistici e soprattutto farmaci super sofisticati è sempre più a rischio, perché costano sempre di più. Prendiamo i farmaci oncologici: per alcuni tumori si possono impiegare prodotti che costano centinaia di migliaia di euro per un anno di cura. Cosa bisogna fare se le cure che scopriamo non le possiamo garantire ai malati? Da noi il problema comincia a diventare serio, mentre nei paesi poveri, è già drammatico”.

Questi e tanti altri saranno i temi che sabato 6 maggio saranno discussi a Montoro. La cittadinanza, le associazioni e quanti vorranno contribuire a questa giornata informativa sono invitati tutti. La Ricerca è un motore di sviluppo culturale, tecnologico ed economico fondamentale nella vita di un Paese, oltre a divenire un salvavita soprattutto nei casi di malattie rare e oncologiche. Partire, quindi, dalla ricerca per investire in prevenzione e salute.

DONA IL TUO 5x1000