Home Dai Comuni Qualità della vita, Avellino retrocede di 12 posizioni

Qualità della vita, Avellino retrocede di 12 posizioni

Dopo la graduatoria stilata da Italia Oggi a fine novembre, arriva lo studio de Il Sole 24 Ore a redigere la classifica e confermare la regressione della citta’ di Avellino in merito alla qualita’ della vita rispetto allo scorso anno. E non basta a consolare neanche la circostanza di precedere, Benevento a parte, le altre tre province campane. I parametri di valutazione svariano dalla funzionalita’ dei servizi pubblici alle infrastrutture, alle occasioni di lavoro, all’ordine pubblico, alla sostenibilita’ ambientale e al livello culturale.

Purtroppo la ricerca evidenzia un netto divario tra Nord e Sud, la cui forbice si e’ allargata, le prime posizioni sono occupate da Aosta seguita da Milano e Trento.

Tornando alla nostra cittadina registriamo un pil pro capite di 14.5285 euro che ci pone al 98° posto al livello nazionale  e penultimo in Campania; il livello medio dellepensioni e’ di soli 596 euro al mese che ci relega al quart’ultimo posto nazionale. Mentre si recupera in materia di depositi bancari, con una media di 20.452 euro per ogni cittadino; l’avellinese figura in affanno rispetto al patrimonio immobiliare pro capite che e’ di soli 28.214 euro; ma c’e’ di positivo il basso costo degli affitti in citta’. Riguardo ai beni durevoli l’avellinese spende 1.454 euro l’anno che risulta essere inferiore di ben mille euro rispetto a un cittadino del nord. E qui viene fuori la netta differenza rispetto al poter d’acquisto che rivela un’Italia a due velocita’.

Dalle statistiche inoltre i giovani avellinesi escono malconci, perche’ pur essendo altamente scolarizzati, con un alto tasso di laureati sotto ai trent’anni, non raccolgono frutti in campo lavorativo in quanto il 48% di essi non trova sbocchi. Quelli che intraprendono  sono pochissimi: le start-up innovative sono lo 0,43% su mille imprese, come pure il rilascio di brevetti risulta scarso (0,24% su mille imprese).

Va un po’ meglio per Avellino sotto il profilo della sicurezza, in quanto se sono in lieve aumento i reati di microcriminalita’, sono in forte diminuzione i furti di auto e le frodi, e poche risultano anche le  rapine (13 casi ogni mille abitanti). Buona anche la posizione occupata (45°a livello nazionale) riguardo alle condizioni ambientali, peggiore in Campania solo di Benevento (che occupa la 26sima).

 

DONA IL TUO 5x1000