Home Attualità Ottobre al Teatro Gesualdo sipario aperto, ma la stagione teatrale è tutta...

Ottobre al Teatro Gesualdo sipario aperto, ma la stagione teatrale è tutta un rebus.

Si svolgera’ un interessante programma di spettacoli al Massimo cittadino, il Festival degli Altri Mondi, a partire dal 3 di ottobre, su iniziativa dell’assessorato cittadino alla Cultura presieduto da Bruno Gambardella e finanziato dalla Regione Campania. Si esibiranno artisti come Maldestro, Pippo Del Bono, Spiro Scimone, Ute Lemper, James Senese dalle ore 21 in varie tappe anche infrasettimanali.

Ma la novita’ sara’ costituita dagli spettacoli itineranti ove si assistera’ alle esibizione, come quella inaugurale del 3 ottobre, a partire dal Duomo, in vari punti dal centro storico e constera’di trenta rappresentazioni co coreografie di luci, tele e sara’ denominata “Passaggi contemporanei”.

Seguiranno lo spettacolo Orchidee di Pippo Del Bono (7 ottobre), Muri di Berlino, concerto del giovane cantautore napoletano Maldestro (9 ottobre) e “O sangh’ e Napule” di James Senese (14 ottobre). Sara’ poi la volta della recitazione teatrale con “Amore”, spettacolo teatrale della Compagnia Scimone Sframeli (16 ottobre) e Toledo Scuto con Enzo Moscato (18 ottobre). Ancora il concerto dell’orchestra di piazza Vittorio (20 ottobre), Enfantastique della Compagnia Il Tappeto di Iqbal (21 ottobre); concludera’ la rassegna il concerto di Ute Lemper, “last tango in Berlino” del 28 ottobre.

Dal 21 al 31 ottobre ci sara’ spazio per i laboratori del gruppo locale di Avellino e provincia con i lavori dei gruppi Aisthesis, Zigo Zago, Proteatro, Clan H, Gluck Teatro, Mister Punch, Vernicefresca, Arteteca e Teatro 99 Posti.

Tutti gli spettacoli saranno offerti gratuitamente alla cittadinanza, e si registrano gia’ 4mila biglietti collocati nelle prime giornate. Non avevamo dubbi sull’apprezzamento dell’iniziativa della gratuita’da parte della cittadinanza ma, con una distribuzione piu’ accorta e parsimoniosa dei tagliandi si poteva dare la possibilita’ a piu’ persone e non solo ai piu’ fortunati e tempisti, di far incetta di bigliettti, poiche’ vige il criterio del “fino a esaurimento posti”. Inoltre poiche’sono stati distribuiti i biglietti di tutti gli spettacoli del Festiva, capitera’ che una larga fetta della popolazione restera’ fuori sol perche’ ne e’ venuta a conoscenza più tardi di altri.

Se il mese di ottobre sarta’ denso di eventi nella struttura del Gesualdo, la stagione teatrale 2017/18 e’ tutt’altro che sicura. Dopo i tre mesi di studio da parte del comitato di gestione, grosse perplessita’ sono state espresse dalla troika. Intanto ci sono state le dimissioni di Angelo Maietta e Rosalia Iandiorio, mentre per voce di Antonio Caputo e’ stata espressa sfiducia nella situazione a causa della penuria finanziaria dell’ente che non consente alcun progetto di rilancio. I 460mila euro messi a disposizione del Comune servono a coprire i debiti pregressi, ed il Comune stesso, dopo aver fatto lo sforzo di emettere 51mila euro per saldare le utenze primarie del teatro, non ha la capacita’economica di sborsarne altri.

Difatti dopo la messa a disposizione del liquidatore Marco Chiauzzi, di richiedere le spettanze da parte dei creditori, sembra delinearsi una situazione debitoria di circa ottocentomila euro, che non consente grossi margini di azione. Sul fronte dei crediti, il Teatro avanzerebbe dalla Regione il contributo di 300mila euro che quest’ultima sarebbe disposta a pagare, operazione che pero’ potrebbe essere perfezionata solo a dicembre. Ma a quella data non si sara’ potuta programmare alcuna stagione che, pertanto, rischia seriamente di saltare.

DONA IL TUO 5x1000