Home Attualità Nasce il Distretto Turistico del Partenio

Nasce il Distretto Turistico del Partenio

Dall’omonima associazione sorta su iniziativa del solerte sindaco di Summonte Pasquale Giuditta e’ nato il Distretto Turistico del Partenio, con domanda inoltrata al Ministero nel termine utile del 31 dicembre dello scorso anno. Nella splendida sala degli arazzi del complesso abbaziale di Loreto vi e’ stata la presentazione del programma dell’iniziativa, volta alla promozione e valorizzazione del territorio.

Il convegno, moderato da Annibale Discepolo, giornalista del Mattino, ha visto la partecipazione dell’Abate di Montevergine Riccardo Guariglia, dell’assessore regionale al turismo Corrado Matera e dell’avv. Biancardi, presidente della Comunita’ Montana del Partenio, al cospetto del folto pubblico e di numerosi sindaci dei comuni coinvolti nel progetto.

Il Presidente Pasquale Giuditta ha illustrato le linee guida e la missione dell’iniziativa, sottolineando che in campo turistico finora e’ mancata la strategia. Le nostre zone, egli declamava con rammarico, pur essendo dotate di notevoli bellezze paesaggistiche e di prodotti di grande tradizione, finora non sono state valorizzate appieno. Ora con la legge sui Distretti Turistici vi e’ l’occasione di formare un brand, di creare un marchio di qualita’ del Partenio che dovra’ invogliare sempre piu’ a visitare e vivere il nostro territorio. Si pensi che finora Montevergine e’ stata l’unica meta per motivi religiosi, d’ora in poi dovra’ essere affiancata da altri attrattori, quali la promozione di prodotti tradizionali come la castagna del prete o il torrone.

Per attirare turisti c’e’ bisogno di rendere questi luoghi piu’ accoglienti e con un’offerta diversificata; per cui e’ necessario far rete tra tutti i comuni coinvolti, sia quelli pedemontani come Ospedaletto, Summonte, Mercogliano che quelli piu’ a valle, del Baianese. Sara’ utile stipulare convezioni con l’Universita’ di Salerno per la formazione di guide turistiche che conoscano le lingue e la storia delle nostre terre. Bisognera’, concludeva Giuditta, pensare ad una strategia che occupi un arco temporale di dieci o quindici anni. Siamo ancora in tempo per recuperare, e’ importante ora attivarsi in tal senso.

Della necessita’ di una programmazione era anche l’Abate Guariglia, mostratosi sempre sensibile all’iniziativa; egli si e’ rammaricato dell’esodo che sta interessando molti giovani con destinazione Estero, in quanto non riescono a trovare opportunita’ nelle nostre zone. Ebbene questa e’ un ‘occasione buona, a patto che si migliorino le condizioni di cura e di viabilita’ dei nostri territori. L’avv.Biancardi, sindaco di Avella e Presidente della Comunita’ Montana del Partenio, rimarcava la forte
tradizione di Avella, il cui anfiteatro e’ piu’ antico del Colosseo e che fino a qualche ano fa era sconosciuto ai piu’. Concludeva l’assessore Matera che rimarcava l’importanza dei costituendi Distretti Turistici, finora sono 24 in Campania, in cui tutte le zone della regione, da quelle costiere e a quelle montane, possono trarre giovamento in termini non solo di turismo ma di vivibilita’e di benessere economico.

DONA IL TUO 5x1000