Home Sport Basket Legabasket, Scandone senza problemi: schiantata l’Orlandina 94-65

Legabasket, Scandone senza problemi: schiantata l’Orlandina 94-65

La Scandone batte agevolmente la Betaland Capo D’Orlando, preparandosi nel migliore dei modi al prossimo derby, in programma domenica, primo giorno del 2017, a Caserta. Il 94-65 finale parla di una partita che c’è stata per i primi 5 minuti, prima che Ragland e compagni prendessero agevolmente il sopravvento.

Troppa differenza tra le due formazione, a maggior ragione se i siciliani hanno dovuto far a meno del loro playmaker e leader Bruno Fitipaldo, appena volato in Turchia la Galatasaray dietro pagamento di un cospicuo buyout.

Il 30-17 di fine primo quarto con Ragland sugli scudi e 7/8 da oltre l’arco per i lupi segna in maniera chiara la strada per la Scandone che non si volta più indietro per tutti i 40 minuti. Per i biancoverdi il miglior marcatore è un ritrovato Adonis Thomas che chiude con 24 punti, anche se la palma di Mvp va al solito Joe Ragland che chiude con 20 punti (con 8/9 dal campo) e 8 assist in soli 22 minuti di utilizzo. Una partita dominata come dimostrano anche le vittorie parziale dei singoli quarti e la possibilità per coach Sacripanti di far ruotare tutti e 12 gli uomini a roster, facendo assaggiare il parquet anche a Parlato ed Esposito e, soprattutto, risparmiando energie preziose (soprattutto mentali) in vista di un gennaio che tornerà ad essere denso di appuntamenti, compreso il rush finale della prima fase di Champions League.

La Sidigas, con ancora due partite da giocare, è quarta in classifica (stessi punti di Reggio Emilia, ma scontro diretto sfavorevole), ha matematicamente raggiunto le Final Eight di Coppa Italia e ha 4 punti di vantaggio sulle quinte che sono la stessa Caserta e Brindisi. Vincere il derby, oltre a caricare ulteriormente squadra ed ambiente, segnerebbe già un primo spartiacque tra il gruppetto di testa e il resto della Serie A, primo obiettivo stagionale per i ragazzi di Sacripanti.

DONA IL TUO 5x1000