Home Sport Avellino Calcio Le probabili formazioni di Avellino-Verona: Ricordando la storica impresa dell’85

Le probabili formazioni di Avellino-Verona: Ricordando la storica impresa dell’85

Gli irpini e i veneti lo sanno, Avellino-Verona non è una partita qualunque, ma la partita! Non si tratta di derby, ma la sfida contro i veneti, ha lo stesso fascino particolare, il ricordo dolce di un passato glorioso.

Correvano gli anni 80, i biancoverdi e giallo-blu toccavano il “cielo con un dito”: i primi con la costante permanenza nella massima serie, i secondi, vincevano lo scudetto (stagione 84/85).

Il campionato dell’84/85 non è soltanto l’anno dello scudetto dei veneti, è anche la soddisfazione dei campani, una piccola realtà di provincia, che batte e umilia i campioni d’Italia, al “Partenio” (2-1, Marangon, autorete di Volpati, Colombo).

L’Avellino scrive un pezzo di storia che mai più nessuno dimenticherà. I campani non ospitano i veneti da ben 11 anni, l’ultimo incontro tra i due sfidanti risale infatti al campionato 2005/06, con un pareggio (1-1, Biancolino su rigore e poi Sforzini).

Torniamo ad oggi, Avellino – Verona

Adesso è tempo per i lupi di riospitare gli scaligeri, desiderosi di riscatto per la sconfitta subita in Terra straniera, nel girone d’andata di quest’anno (3-1, Bessa, Belloni, Pisano, Romulo). L’U.S. Avellino, domani alle ore 15:00, tra le mura amiche accoglierà l’avversario veneto, emotivamente tranquillo, grazie ai cinque risultati consecutivi positivi e soprattutto determinatissimo nel dare continuità alla striscia di risultati utili.

Mister Novellino carica la squadra: “non temiamo il Verona”, la gara è difficile ma la storia ci insegna che nulla è impossibile. Il trainer dei lupi dovrà fare a meno di Gavazzi, Asmah, Migliorini, Iuliano, dello squalificato Gonzalez. Castaldo, anche se convocato, difficilmente scenderà in campo.
In dubbio Belloni, alle prese con l’influenza, sul quale Novellino scioglierà le riserve solo domani.

La capolista Verona si presenta al “Partenio-Lombardi” con assenze importanti: Pazzini, Valoti, Ganz, Albertazzi, Cherubin.
Pecchia in extremis recupera una pedina fondamentale per il suo scacchiere: Souprayen.

Il mister dei scaligeri vuole vincere per confermare il primo posto in classifica (45punti), ma soprattutto per non rischiare di essere esonerato dai veneti. Pecchia rischia la panchina, solo 4 punti in 3 partite: Latina-Verona (2-0); Verona-Salernitana (2-0); Verona-Benevento (2-2). Un misero bottino (18vittorie, 5sconfitte e 6 pareggi) per una squadrona che avrebbe già dovuto “ammazzare” il campionato.

Queste le probabili formazioni di Irpinianotizia:

Avellino (4-4-2): Radunovic, Laverone, Jidayi, Djimsiti, Perrotta, Lasik, Paghera, Omeonga, D’Angelo, Ardemagni e Verde.A disp.: Lezzerini, Solerio, Moretti, Soumarè, Camarà, Bidaoui, Eusepi, Castaldo e Belloni.
All.:Novellino.
Indisponibili: Gavazzi, Asmah, Gonzalez, Migliorini(A),

Verona (4-2-3-1): Nicolas, Pisano, Caracciolo, Bianchetti, Souprayen, B.Zuculini, Fossati, Romulo, Bessa, Luppi e Gomez.A disp.: Coppola, Ferrari, Boldor, Troianiello, F.Zuculini, Zaccagni, Sinigardi, Fares, Cappelluzzo.
All.:Pecchia.
Indisponibili: Pazzini, Ganz, Valoti, Cherubin, Albertazzi.

La terna arbitrale:
Arbitro: Serra-Sezione Torino
Guardalinee: Cangiano-Robilotto
Quarto uomo: Strippoli.

DONA IL TUO 5x1000