Home Sport Avellino Calcio L’Avellino cade a La Spezia ma recrimina ancora: Ghersini sotto accusa

L’Avellino cade a La Spezia ma recrimina ancora: Ghersini sotto accusa

Seconda sconfitta consecutiva per l’Avellino. Gli uomini di Walter Novellino sono stati battuti dallo Spezia, dopo essere passati in vantaggio grazie al gol del solito Matteo Ardemagni.

Il risultato è stato capovolto da Djokovic, dopo un errore grossolano del numero uno biancoverde Radunovic e dal bomber dei liguri Granoche. 2-1 il finale. E pensare che l’Avellino era passato in vantaggio con un gol di pregevole fattura, con uno schema perfetto su calcio piazzato, cross di D’Angelo dalla sinistra e stacco imperioso di Ardemagni che di testa fa secco Chichizola. Subito dopo il vantaggio però la squadra di Novellino inizia a spegnersi, complice anche la giornata no di Moretti. Lo Spezia poco dopo trova il pari con un tiro da fuori e con un evidente errore del portiere biancoverde e nella ripresa con un colpo di testa di Granoche rimontano. Oltre Moretti, anche i centrali difensivi hanno fatto enorme fatica, con Migliorini apparso poco lucido dopo il rientro e Jidayi stanco. L’assenza di Djimsiti e Gonzalez si è fatta sentire.
I lupi però recriminano: ad una settimana di distanza manca un altro calcio di rigore, ancora una volta per fallo di mano, ad opera del difensore dello Spezia, Valentini. Sotto accusa la direzione di gara Ghersini. L’arbitro di Genova, secondo i biancoverdi sbaglia in maniera grave non solo per il tocco di mano ma soprattutto nel finale. Ardemagni chiede un calcio di rigore per fallo di Chichizola su di lui. Dalle immagini sembra che l’attaccante tocca per primo il pallone e viene agganciato dalle gambe dell’estremo difensore. Fosse stato fischiato il rigore, nessuno avrebbe gridato allo scandalo. Ghersini non fischia e la gara finisce tra le polemiche degli irpini, con il ds Enzo De Vito che nel post gara si è fatto duramente sentire in sala stampa: “Domenica siamo stato sconfitti con un rotondo 5-0 e io ho abbassato la testa senza parlare. Ora basta, l’Avellino ha fatto una delle migliori gare ed è un peccato per i calciatori uscire con questo risultato. La misura ora è colma e non va bene, ci vuole rispetto, anche se sono un tesserato e non mi espongo. Oggi tutti hanno visto quello che è accaduto. Sto analizzando fatti obiettivi che le immagini tv hanno confermato, non mi limito alle esternazioni. Non si può andare avanti così, meritiamo rispetto e spero che gli organi competenti analizzino questi episodi. C’è tanta amarezza, ma chiediamo rispetto. Siamo comunque fiduciosi e abbastanza soddisfatti, la squadra ha reagito benissimo, abbiamo perso con due episodi ma la partita l’abbiamo fatta noi”.

DONA IL TUO 5x1000