Home Dai Comuni Il Comune dispone “un contentino” ai commercianti avellinesi

Il Comune dispone “un contentino” ai commercianti avellinesi

L’Amministrazione comunale di Avellino intende risarcire gli esercenti penalizzati dal prolungarsi dell’apertura dei cantieri delle opere pubbliche in citta’. La somma stanziata e’ di 20mila euro da suddividere equamente tra i commercianti che ne faranno richiesta entro fine anno. L’Amministrazione riferiva che tale somma e’ suscettibile di aumento, se si dovessero condizioni favorevoli di disponibilita’ di somme ulteriori. Ne avranno diritto i titolari dei negozi siti nelle vie occupate dai cantieri, di cui molti ancora aperti, quelle per la riqualificazione di Piazza Liberta’, ossia via Trinita’, via Nappi, via Cascino, piazza Garibaldi; per la riqualificazione delle aree pedonali ed urbanizzazione di corso Europa, e cioe’ lo stesso corso Europa, viale Cassitto, via F.Iannaccone, via Ronca, via Malta, via Gramsci, via Pironti e via De Sanctis; per il sottopasso di accesso al mercatone, e cioe’ via Due Principati, Ponte della Ferriera, via San Pompilio Pirotti; per la riqualificazione di piazza Castello e dell’area ex Seminario, via Sette Dolori, via Seminario, piazza Duomo, piazza Castello, piazza Maggiore.

Come fare istanza?

I commercianti interessati dovranno presentare istanza al comune tramite Pec all’Ufficio protocollo entro il 30/12/2016, la domanda andra’ corredata dall’autocertificazione attestante la titolarita’ e l’ubicazione dell’esercizio da almeno sei mesi nelle vie interessate dai cantieri, nonche’ da dichiarazione di aver subito contrazione di ricavi negli anni 2014-2015.

Certo la cifra stanziata, 20mila euro, suddivisa tra tutti i commercianti che ne faranno richiesta, costituira’ solo un palliativo per coloro che strenuamente continuano a commerciare in dette vie. Purtroppo sono molte le attivita’ che intanto hanno chiuso i battenti, per le quali al mordere della crisi si e’ aggiunto il blocco per i cantieri esistenti da anni.

Non possiamo dimenticare l’epica battaglia condotta dal titolare della cartoleria di piazza Garibaldi Renato D’Argenio che aveva previsto l’annosa questione dell’inutile traforo che ha martoriato la citta’. Purtroppo aveva mille volte ragione!

Il fantomatico tunnel su cui ci si e’ intestarditi, quando vedra’ la luce, ma ci vorranno ancora molti mesi, si spera in fine 2017, sara’ solo una variante sotterranea, di cui ancora non riusciamo a intravedere la funzionalità.

 

DONA IL TUO 5x1000