Home Sport Avellino Calcio Finale playoff Serie B : Carpi-Benevento 0-0, vince la noia. Sanniti ad...

Finale playoff Serie B : Carpi-Benevento 0-0, vince la noia. Sanniti ad un passo dalla storia!

Il primo atto di questa finale playoff 2017, finisce in perfetta parità al “Sandro Cabassi”, tra Carpi e Benevento.
Pareggio a reti inviolate, che permette alla squadra campana di giocarsi il ritorno (giovedì 8 Giugno, 20:30) al “S.Colomba-Ciro Vigorito” con il vantaggio di due risultati su tre, tra il sostegno del pubblico amico.

Lo 0-0 di ieri sera però lascia comunque la questione promozione in massima serie, assolutamente ancora aperta, tra due squadre che a questo punto, hanno deciso di giocarsi la golosa posta in palio, fino alla fine.

Ripercorriamo i momenti più significativi di Carpi-Benevento.

Tra emiliani e campani certamente non è stata una gara emozionante, nonostante l’intensità piuttosto alta, la gara è stata altrettanto noiosa. Le squadre per tutti i 90 minuti resteranno concentrate al massimo in fase difensiva, d’altronde l’obbiettivo finale è troppo importante, poche le conclusioni nello specchio della porta.

I padroni di casa scendono in campo senza nessuna variazione nella formazione data alla vigilia della gara, con la coppia d’attacco Lasagna-Mbakogu. In panchina, ad assistere i carpigiani, c’è il team manager Enrico Bortolas, che sostiuisce gli assenti per squalifica, il mister Fabrizio Castori e l’allenatore in seconda Giandomenico Costi. Cambia idea invece mister Marco Baroni, che da titolare, relega in panchina l’attaccante Fabio Ceravolo, portando il Benevento a giocare in avanti con una sola punta, Karamoko Cissè.

Inizia la gara con i sanniti che si rendono pericolosi con il centrocampista Nicolas Viola, con un tiro dai 30 metri, impegna severamente l’estremo difensore del Carpi.
Carpi, che lascia l’intera iniziativa al Benevento, approfittando di un errore dei campani, sfiora il vantaggio.
Il terzino dei biancorossi Gaetano Letizia, recupera la palla su un calcio d’angolo battuto dal giallorosso Nicolas Viola, e con un’azione coast to coast, in meno di 10 secondi passa da un’area di rigore all’altra. Il giocatore velocissimo serve un cioccolatino al compagno di squadra, Kevin Lasagna, che manda fuori, mangiandosi un goal, incredibile!!

Sul finire dei primi 45 minuti di gioco, l’esterno destro del centrocampo emiliano, Antonio Di Gaudio, serve per il solito Kevin Lasagna che ancora una volta, manda fuori dalla porta difesa da Alessio Cragno. Termina un primo tempo dalle poche emozioni, con il risultato parziale fermo sullo 0-0.

Alla ripresa si spera che i biancorossi si presentino con tutt’altro atteggiamento rispetto al primo tempo, dato che dovrebbero almeno tentare di vincerla la gara. Attese che però verranno meno. E’ infatti sempre il Benevento, come nel primo tempo, che prova a fare la partita.
Tra i tentativi dei sanniti, c’è da notare solo una fiammata degli emiliani, con l’ex di turno Raffaele Bianco, che pesca in area di rigore Antonio Di Gaudio. Il centrocampista nell’uno contro uno con il difensore giallorosso Fabio Lucioni, apre troppo il piede facendo sfumare l’azione.

Al 31-esimo è ancora Raffaele Bianco che con un destro secco fa rabbrividire Alessio Cragno, ma manda fuori. Sul finire della gara, l’attaccante degli stregoni, Filippo Falco si fa ammonire ingenuamente, saltando così la finalissima.
Guai in vista dunque per il Benevento nella gara di giovedì, che sentirà il peso delle assenze dell’attaccante Falco e dell’altro ammonito del match (già diffidato), Fabrizio Melara.
Nei restanti 5 minuti extra time non succede nulla.

Finisce a reti bianche al “Sandro Cabassi” di Carpi, pareggio che lascia tutto da decidersi nella finalissima di giovedì 8 giugno in un “S.Colomba-Ciro Vigorito” già sold-out. A casa loro, i sanniti, sfruttando il fattore “campo” e il lusso di giocare per due risultati su tre, potrebbero compiere un raro miracolo sportivo, raggiungendo con un doppio salto, la Serie A.

DONA IL TUO 5x1000