Home Politica De Lieto: Avellino città in crisi economica, bisogna cambiare rotta

De Lieto: Avellino città in crisi economica, bisogna cambiare rotta

Antonio de Lieto Segretario Provinciale del Partito Pensionato di Avellino,  esprime solidarietà ai commercianti  avellinesi, pesantemente colpiti dalla crisi economica e sottolinea che non   vi sono concrete azioni di contrasto alla crisi, posta in essere dal Comune di Avellino che, anzi, pone in essere iniziative che, a giudizio del Partito Pensionati – ha continuato de Lieto – incidono negativamente sul commercio, disincentivando i potenziali acquirenti a sostare  in diverse aree della città, o addirittura,  a rallentare, o limitare gli spostamenti, con la introduzione delle “targhe alterne“ o  delle giornate ecologiche. Dopo gli “eterni lavori”, anche queste iniziative estemporanee, stanno determinando, sempre a giudizio del Partito Pensionati, la morte del Commercio avellinese. La città, l’intera città, deve avere uno scatto di  orgoglio  e deve riappropriarsi del proprio presente e del proprio futuro.  La crisi del commercio avellinese – ha rimarcato de Lieto – rappresenta solo un aspetto della profonda crisi  dell’intera città: troppa disoccupazione, troppa povertà, troppa  rassegnazione. E’ inutile sperare nel ”Santo protettore” di turno, è giunto il momento che il popolo di  Avellino, abbia uno scatto di orgoglio e capisca che il futuro di Avellino  e dei nostri figli, è nelle nostre mani. Il Partito Pensionati – ha sottolineato de Lieto – ritiene, ad esempio, che sia impensabile ed assurdo pensare che  il bene  della nostra comunità umana e civile e quello di tutte le comunità della Penisola,  possa passare attraverso  una ”frittura di pesce”  o per un  “ bel pranzo”, ma forse, finalmente, può passare anche  per un sonoro e roboante  “vaff’ “, nei confronti di chi tratta  i cittadini, come sudditi   a cui elargire  o  meno, a secondo delle circostanze, dei diritti, spacciati come “concessioni”.  La democrazia, la consapevolezza dei propri diritti di cittadini – ha concluso de Lieto – sono l’arma, lo strumento, per  creare  una nuova e più forte coscienza civica e sociale, che possa dare sviluppo  e fiducia, per una città diversa, più dinamica, che renda Avellino, più accogliente, prospera e ricca di prospettive.

DONA IL TUO 5x1000