Home Sport Cosimo Sibilia ai vertici della Lega nazionale calcio Dilettanti

Cosimo Sibilia ai vertici della Lega nazionale calcio Dilettanti

Cosimo Sibilia, già presidente del Coni Regionale, è stato eletto con larga maggioranza massimo rappresentante della Lega Calcio Dilettanti. Sono stati nominati, nello stesso contesto, Ermelindo Bacchetta come vicario, e Florio Zanon, Fabio Bresci e Sandro Morgana come vicepresidenti delle aree Nord, Centro e Sud. Sibilia, mercoglianese 57enne, figlio dell’indimenticato commendatore don Antonio Sibilia, per anni Presidente dell’Avellino calcio, è attualmente senatore in carica con il PDL. Ha mosso i primi passi come calciatore di discreta qualità, calcando anche i campi di serie C. Per una mai sopita passione per il calcio, in età matura ha intrapreso la carriera manageriale, divenendo presidente del Coni regionale nel 2009. Facendosi apprezzare in campo politico ha rivestito anche il ruolo di presidente della Provincia, mentre nel settore Lega Calcio ha saputo tessere importanti rapporti con i massimi dirigenti e personalità, pur conservando contegno e dirittura morale. Egli si trova oggi a presiedere un’organizzazione, la Lega Dilettanti, che vanta un milione di iscritti, cinquantamila squadre, 14mila societa’, numeri che significano un giro d’affari di quasi un miliardo di euro e che pesa per il 33% nell’universo della Lega Calcio nazionale.
Sibilia andrà quindi a gestire un potere enorme nel campo dello sport italiano tuttora più amato. Lungo li solco tracciato sapientemente dal predecessore Tavecchio, Sibilia avrà con Giovanni Malagò (presidente Coni), con cui ha instaurato rapporti in campo politico ed istituzionale, grossa voce in capitolo sulle prossime elezioni dei vertici della FIGC nazionale. Sfida che vedrà di fronte l’inossidabile Tavecchio contro la lista dell’oppositore Giancarlo Abete. La Lega Dilettanti e’ un punto di arrivo per Cosimo Sibilia o un trampolino di lancio per la futura prestigiosa poltrona della FIGC? Oggi non e’ dato saperlo, ma la managerialità e la tenacia dell’alfiere irpino lasciano ben sperare!

DONA IL TUO 5x1000