Home Sport Avellino Calcio Cittadella-Avellino 1-3: doppietta di Ardemagni. Novellino cala il settebello

Cittadella-Avellino 1-3: doppietta di Ardemagni. Novellino cala il settebello

Serie B – E’ il Cittadella ad avere il netto predominio nella prima frazione di gioco, rispetto ad un Avellino piuttosto timoroso. Gli uomini di mister Venturato meritano di chiudere i primi 45 minuti di gara in vantaggio, grazie alla rete di Strizzato e alla grossa mole di occasioni e di gioco prodotta dai veneti. Il primo tempo dei campani è praticamente nullo, abulico, svogliato, rinunciatario.

Una sola azione degna di nota è disegnata dal tiro da fuori misura di Moretti. Nella ripresa il Cittadella non cambia atteggiamento, baricentro alto e pressing a tutto campo. Pronti via, passano solo 5 minuti ed i padroni di casa vanno vicinissimo al raddoppio con Arrighin, Gonzalez però è bravo a salvare sulla linea della porta.

La dura legge del goal difficilmente sbaglia, goal fallito, gol subito , infatti l’Avellino trova il pareggio alla prima occasione utile, con il solito Ardemagni. Il bomber irpino è  lesto ad infilare il portiere Paleari, sul filo del fuorigioco, dopo una buona azione sulla sinistra. Inutili le proteste dei locali per presunto offside.

I veneti accusano il colpo e creano in modo caotico diverse azioni da rete, ma oggi Radunovic è insuperabile, salvando il risultato in almeno un paio di occasioni limpidissime. Dove non arriva l’estremo difensore dei lupi, ci pensano gli attaccanti veneti con la loro imprecisione, colpevoli di poca lucidità davanti la porta, sbagliando alcune palle goal decisamente clamorose.

Ma ancora una volta la legge delle opportunità mancate premia chi ne crea di meno, ed ecco che, quando meno te lo aspetti l’Avellino passa in vantaggio. Ancora lui, Ardemagni centra il bis, grazie ad un poderoso colpo di testa che infila per la seconda volta l’incolpevole portiere veneto. Per l’attaccante Milanese si tratta della seconda doppietta in maglia Biancoverde. Il suo bottino stagionale sale a 7 rete, diventa così anche il capocannoniere dei lui.

I padroni di casa sono visibilmente scossi, in confusione, fanno fatica a gestire la palla, l’Avellino è brava a contenere e difendere il risultato. Nell’ultimo minuto, dei sei concessi dal direttore di gara, c’è spazio anche per il terzo gol dei biancoverdi.

Il Cittadella perde palla al limite dell’aria irpina, contropiede prodigioso di Lasik, che attraversa tutto il campo palla al piede e serve un assist cioccolatino ad Eusepi, che tutto solo, la spinge facilmente dentro, festeggiando così la sua prima rete con la maglia biancoverde.

Finisce dunque 1-3 per gli uomini di Novellino, seconda vittoria esterna dopo quella di Brescia. Tre punti importantissimi in chiave classifica, i lupi si portano a quota 32 punti al 14 esimo posto, allontanandosi sempre più dalla zona rossa.

La sconfitta interna, ridimensiona in maniera definitiva le ambizioni del Cittadella per la corsa ai playoff. I campani si vendicano della sconfitta immeritata subita dai veneti all’andata (0-1, Arrighini). E’ anche il trionfo di un popolo, quello Irpino, umiliato e ferito ingiustamente nell’orgoglio dopo i fatti di sabato scorso con l’Hellas Verona, con le conseguenti polemiche che sono seguite anche a carattere Nazionale.

Cittadella-Avellino Le pagelle dei lupi

DONA IL TUO 5x1000