Home Irpinia news Centro Autistico di Avellino: la commovente marcia del popolo avellinese

Centro Autistico di Avellino: la commovente marcia del popolo avellinese

Si e’ svolta per le vie di Avellino, con tragitto da Valle all’ex ospedale Moscati, una massiccia ed importante marcia a favore del Centro per l’Autismo che, a dieci anni dalla sua realizzazione, non riesce ad andare in funzione. L’iniziativa promossa dal Comitato Civico “La Voce di Valle” e delle Associazioni del settore (Aipa, Inav), cui hanno aderito numerosi organismi locali quali Misericordia, Arci Avellino, Caritas Diocesana, Centro Don Tonino Bello, Casa sulla Roccia, il Coni (Federazione Provinciale), Cittadinanza Attiva, Associazione per i diritti del cittadino, Assoapi.

Ma tra i circa trecento partecipanti vi erano tanti cittadini comuni che hanno voluto manifestare viva solidarieta’ ai genitori dei bambini autistici (se ne contano circa settecento nella provincia di Avellino) e alle numerose Associazioni che movimentano da anni e spingono incessantemente per lo sblocco di una pratica che si arenata nel rush finale. Si, perche’ se sono stati investiti tre milioni di euro per metter su la struttura, non ci si puo’ bloccare sugli ultimi 300mila euro: questa la cifra che occorre per l’ultimazione dei lavori.

Ma oltre alla mancanza di fondi, il problema, ultimo in ordine di tempo, e’ costituito dal contenzioso apertosi con l’imprenditore Pasquale Pescatore che ha reclamato la proprieta’ dell’area. Ma dopo tanti anni non si puo’ ancora aspettare i tempi biblici di una giustizia lumaca che rinvierebbe alle calende greche l’apertura del Centro. I genitori dei ragazzi autistici sono preoccupati per il problema del “dopo di noi”: essi oggi assistono amorevolmente i loro figli, coadiuvati dai terapeuti, ma reclamano e giustamente non si rassegnano allo status quo.

Ovviamente vi sono interessi contrastanti alla base dello stallo, ma la politica non puo’ piu’ ignorare una vicenda cosi’ urgente ed umanamente rilevante. Il Sindaco Foti, che in passato aveva censurato atteggiamento di indifferenza della cittadinanza verso i migranti, si e’ detto commosso dalla manifestazione ed ha tratto stimolo ad andare avanti nella sua attivita’ amministrativa giurando impegno fino ala fine del suo mandato per una definitiva risoluzione della vicenda. Scetticismo invece da parte di Elisa Spagnuolo, Presidente di “Pianeta Autismo”, per la quale il Comune di Avellino non e’ mai riuscito ad effettuare l’esproprio del terreno, nonostante la Regione avesse stanziato l’importo ad hoc; cifra che ora sarebbe finita in perenzione…

DONA IL TUO 5x1000