Home Sport Basket Basket: Sidigas Avellino stop a Varese. Sconfitta 82-75.

Basket: Sidigas Avellino stop a Varese. Sconfitta 82-75.

La Scandone non riesce a dare continuità in campionato e, dopo le vittorie contro Brindisi e quella importanti di Minsk che è valsa il passaggio ai quarti di finale di Fiba Europe Cup, si ferma a Varese. 82-75 per i padroni di casa, alla fine di una gara dove i lupi hanno inseguito per 39 minuti e sono stati anche a -18 nel secondo quarto. Un po’ la stanchezza, un po’  la grandiosa partita di Okoye (26 punti e 36 di valutazione), un po’ la capacità di Varese di esprimere il meglio contro le prime della classe (vittorie anche con Venezia e Varese): c’è tutto questo (ed altro) nella sconfitta della Sidigas che, adesso, è attesa da un’altra lunga trasferta in Lituania, contro la Juventus Utena per la coppa ed è attesa in campionato da Milano e Venezia: 15 giorni che possono rappresentare uno snodo cruciale della stagione.

Quintetto classico per coach Sacripanti con D’Ercole di fianco a Rich e Filloy. Filloy e D’Ercole segnano i primi due tiri per i lupi (due triple) ma Varese risponde con 7 in fila di un caldissimo Okoye. Dopo le prime due realizzazioni Avellino non trova più il canestro per 4 minuti, m sembra in qualche modo reggere dietro: è però un’illusione perché basta pochissimo ai padroni di casa per scappare dal 9-8 del 4° minuto fino al 26-14 di fine primo quarto. La Sidigas è senza energia, arriva sempre seconda sulle fifty fifty ball e in attacco tira male sia come percentuali che come scelte. Il pessimo primo quarto è certificato anche dalle cifre, con i biancoverdi che tirano 1\6 da 2, perdono 5 palloni e sono sotto 10-3 a rimbalzo. Varese è in fiducia, continua a martellare fino al 40-22 del  16imo (massimo vantaggio), con la Scandone che si aggrappa al tirp da 3 e alle fiammate individuali di Rich (13 a fine primo tempo, ma con 10 tiri). E’ proprio lui, insieme a Filloy a lanciare un parziale di 0-8 che permette ai lupi di chiudere il primo tempo sul 44-33, un mezzo affare per quanto visto in campo nei primi 20 minuti.

Sacripanti prova a dare fiducia a Wells e il suo Usa lo ripaga alla grande. L’inizio di secondo tempo del numero 1 è il motivo per cui i lupi rientrano subito in scia sul 51-48, prima che due sciocchezze facciano scappare di nuovo Varese sul 55-48 di metà quarto. La produzione di Wells però non si ferma: arriva a 12 nel quarto ma Okoye resta un rebus insoluto anche con per la zona dei lupi e i suoi 23 punti sono la prima ragione per cui Varese chiude il terzo quarto sul 65-57. Wells non si ferma ma sono due triple di Fitipaldo (comunque negativo come dimostra il -7 di plus\minus) a riportare Avellino di nuovo sotto fino alla tripla di Rich che riporta i lupi in vantaggio per la prima volta dal secondo minuto (67-69). È però l’ultimo acuto perché un canestro fortunoso di Okoye e l’ennesimo errore difensivo fanno entrare Varese sul 77-71 negli ultimi 180 secondi. Gli errori dalla lunetta dei lupi non aiutano la causa e quando Rich sbaglia tutto libero la tripla del -1 svaniscono anche le speranze della Sidigas.

DONA IL TUO 5x1000