Home Sport Basket Basket Serie A | La Scandone torna alla vittoria dopo tre sconfitte....

Basket Serie A | La Scandone torna alla vittoria dopo tre sconfitte. Battuta Cremona

#Irpinianews – La Scandone si riprende e, pur senza brillare, batte Cremona a domicilio riprendendo la sua marcia dopo 3 sconfitte consecutive tra campionato e coppa. Il 73-86 finale parla di una partita che i lupi hanno dominato solo nella seconda frazione, quando sono riusciti a salire di colpi in difesa e correre in contropiede. Cremona non aveva roster per rimanere con i lupi e, nonostante il vantaggio di 15 punti che i lombardi hanno avuto a metà secondo quarto, non hanno mai dato l’impressione di battere la Sidigas.

Adesso, finalemente, 15 giorni ad Avellino per Green e compagni, importanti per recuperare energie e crescere insieme.
Nel quintetto di Cremona tocca a Obasohan e Cusin, e sono proprio loro due, nel bene e nel male, i protagonisti dei primi 5 minuti di partita. Il belga nel bene, finalmente sicuro in attacco (7 dei primi 10 punti dei lupi sono suoi) anche se messo in difficoltà in difesa da Holloway (che chiuderà il primo tempo con 12 punti e 4 assist), mentre il centro italiano dopo minuti cade pesantemente a terra, procurandosi una gran botta alla schiena che lo tiene fuori, praticamente, per tutto il primo tempo.

Dopo tre sconfitte, la Scandone ritrova la fiducia prima della pausa

A metà quarto il punteggio dice 10-14 per i lupi, con coach Lepore costretto al time out, dopo il quale i lupi si fermano del tutto, beccando un parziale di 11-2 punti in 5 minuti, permettendo ai padroni di casa di chiudere il primo quarto sul 21-16.
Il secondo quarto non cambia l’inerzia della partita: il primo squillo di Ragland non cambia l’inerzia della gara, anche a causa di un Fesenko del tutto insufficiente.

Il parziale di Cremona prosegue fino al 33-18 di metà quarto con i lupi del tutto in balia dei lupi. Sacripanti prova a mischiare le carte, con Thomas di fianco a Zerini sotto le plance: sembra una mossa dettata dalla disperazione, ma paga dividendi importanti visto che permette ai lupi di prendere il pallino del gioco in mano. Ragland e Randolph accorciano fino al 35-32, ma senza centro di ruolo si soffre a rimbalzi, con Tayshaun Thomas che spadroneggia riportando i suoi sul 39-32. Gli ultimi 2 minuti sono infarciti di errori (21 perse in 2), dai quali esce meglio la Sidigas che va negli spogliatoi sul 39-35.

Cusin è out in maniera definitiva. Ovviamente c’è Fesenko al suo posto, che Biligha mette in grossa difficoltà che con 6 punti consecutivi che tengono ancora sopra Cremona. Il terzo fallo dell’ex Avellino però cambia tutto: con lui in panchina Avellino prende il sopravvento in un attimo. Dal 47-39 del 23imo Avellino infila un parziale di 8-22 per chiudere il quarto sul 55-61 e prendere il controllo del match, grazie ad una difesa finalmente di livello ed al solito talento offensivo diffuso. Obasohan non perde fiducia, Ragland e Thomas si scaldano, mentre Cremona smette di giocare, schiacciata dalla pressione che attanaglia chi cerca punti in maniera disperata. L’ultimo quarto praticamente non esiste e Avellino ritrova punti e fiducia in un momento chiave della stagione