Home Sport Avellino Calcio Avellino-Virtus Entella finisce 2-2: i veri vincitori sono gli esordienti.

Avellino-Virtus Entella finisce 2-2: i veri vincitori sono gli esordienti.

Serie B Avellino-Virtus Entella | L’arbitro Minelli e il suo fischietto dichiarano chiusa la gara del Partenio, valida per la 23esima giornata del girone di ritorno del torneo cadetto. Ma andiamo ad analizzare il match e suoi momenti più salienti.

Al Partenio-Lombardi, con la partecipazione di tutti, è doveroso iniziare, rendendo omaggio, con un minuto di silenzio, alle popolazioni di Abruzzo e Marche colpite dal terremoto e a tutte le vittime che hanno perso la vita all’hotel Rigopiano, colpito da una violentissima valanga pochi giorni fa

Poi però sul rettangolo di gioco è tempo di giocare. I padroni di casa accolgono gli ospiti liguri, emotivamente forti, grazie alla vittoria di sabato scorso al “Rigamonti”. Inoltre i biancoverdi sono carichi, desiderosi di accaparrarsi il secondo trionfo consecutivo, “evento” che non accade da diversi mesi ormai.

Novellino schiera a sorpresa, dal primo minuto Omeonga invece di Moretti, che parte dalla panchina. Breda per il suo Entella, non ha preparato nessun effetto sorpresa, ma psicologicamente forti per aver annientato la prima della classe Frosinone in soli 5 minuti (perdevano 0-1 al 90esimo), la settimana scorsa.

I Lupi che ritornano al Partenio-Lombardi dopo un mese d’assenza, nella prima frazione di gioco tengono testa all’avversario (che come si vedrà durante la sfida di oggi, è più forte, ma solo sulla carta). I calciatori irpini mostrano tutte le caratteristiche studiate in allenamento da Walter Novellino: tanta grinta e tanto pressing. L’Avellino è certamente più propositivo rispetto agli ospiti, una pressione costante che si evidenzia soprattutto nei primi minuti di gara.

I Liguri appaiono contratti, lenti, sottovalutando fin dalle battute iniziali la compagine irpina. E’ stato un primo tempo piacevole ma povero di occasioni da rete da entrambi le parti. Il risultato si sblocca grazie ad un rocambolesco errore difensivo del portiere ospite. I primi a passare in vantaggio, sono gli irpini quando al 27esimo minuto l’estremo difensore della Virtus Entella, pensa che sia il caso di fare un regalo a chi li ha ospitati e con una “papera” clamorosa regala il vantaggio ai lupi. Recuperata una palla in tutta tranquillità, Iacobucci s’impappina nel rilanciarla con le mani, questa svirgola e finisce sui piedi di Lasik, che di prima intenzione insacca con un delicatissimo pallonetto.

l’Avellino impacchetta il presente e porta a casa. Ma l’euforia dei lupi si spegne presto, passano solo dieci minuti ed il neo-acquisto dei liguri, Catellani riapre la partita. I Lupi perdono palla a centrocampo, gli ospiti fraseggiano sulla destra, cross basso, in scivolata Catellani anticipa tutti ed impatta il risultato 1-1. La Virtus Entella in chiusura della prima frazione di gioco, addirittura rischia di passare in vantaggio con Caputo, grazie ad un tiro a giro che sfiora di poco l’incrocio dei pali.

Termina un primo tempo, con Omeonga superlativo e un grande Djimsiti. Le note dolenti sono sempre le stesse: Lasik (che a parte la rete regalata, fa veramente poco) e un Paghera che non punge in nessuna zona del campo.

Alla ripresa di gioco, i lupi cambiano tattica, Novellino lancia in campo l’esordiente Eusepi (Fuori Belloni) e sposta Daniele Verde sulla fascia sinistra. Si forma la nuova coppia d’attacco Ardemagni-Eusepi. Il Trainer di Montemarano, con i nuovi entrati, cerca di vincere la sfida in tutti modi, ma l’assetto tattico è molto più offensivo e predisposto a subire le azioni in contropiede dell’avversario. E infatti, poco dopo, arriva la doccia gelata per i tifosi Irpini presenti sugli spalti: Troiano riceve palla a limite dell’aria e silura Radunovic con un fendente preciso. L’Avellino non molla e prova a costruire il pareggio nel corso dei minuti, gli uomini di Breda si difendono bene e le occasioni latitano. Bellissima la rovescia di Ardemagni a metà ripresa, la palla termina fuori di un soffio, solo applausi per il bomber, ma niente copertina!

Quando le speranze si affievoliscono ecco che arriva il meritato pareggio. Al 41esimo minuto il neo acquisto Moretti (entrato in campo poco prima, sostituendo un deludentissimo Paghera) con un tiro da 30 metri insacca nell’angolino basso, per un 2-2 finale più che giusto. Anzi forse starà anche un tantino stretto agli uomini di Novellino.

La prossima settimana si va a Trapani fiduciosi di strappare la vittoria ai siciliani, anche se sarà dura, oggi il club siculo batte la Pro Vercelli in trasferta con il risultato finale di 1-3 (La Mantia, Pagliarulo, Barilla’, Jallow). Un Trapani dato per spacciato fino a 15 giorni fa, con la vitoria di oggi infila 7 punti nelle ultime tre partite e si porta a 6 punti dalla zona Play-Out.

DONA IL TUO 5x1000