Home Sport Avellino Calcio Avellino-Spal 1-0, Eusepi gol e i lupi stendono la sorpresa della B

Avellino-Spal 1-0, Eusepi gol e i lupi stendono la sorpresa della B

Cuore, grinta, determinazione e come da tempo invocava Novellino anche cazzimma. L’Avellino batte la Spal degli ex 1-0 e si stacca dalle zone basse della classifica. I biancoverdi si impongono sulla seconda della classe grazie ad un bel gol di Eusepi a inizio ripresa.

I due tecnici soprendono tutti con le scelte. Semplici lascia inizialmente fuori Antenucci e Floccari, oltre Mora, Vicari e Costa. Novellino invece lancia Eusepi ed esclude Jidayi, Verde e Belloni dai titolari, affidandosi in difesa a Migliorini e Perrotta insieme a Djimsiti e Gonzalez. La gara nelle prime fasi è bloccata e molto combattuta, poche le occasioni nel primo tempo con buone soluzioni della squadra biancoverde che cercano di creare pericoli verso la porta del gioiellino Meret, ma prima Ardemagni e poi D’Angelo non riescono a finalizzare. La Spal nel primo tempo non si rende quasi mai pericolosa (solo con Finotto) in una gara ricca di agonismo e contrasti a centrocampo. Nella ripresa i biancoverdi, sugli sviluppi di un fallo laterale trovano il vantaggio: lancio di Migliorini dalla trequarti che trova Eusepi in profondità: “re” Umberto con un bel tocco d’esterno fredda l’incolpevole Meret e porta in vantaggio gli irpini. Semplici cerca immediatamente di correre ai ripari inserendo i suoi attaccanti migliori, il tandem Floccari-Antenucci, il miglior attacco della categoria, ma la “peggior” difesa del campionato, quella dell’Avellino tiene bene. Estensi mai pericolosi, con l’Avellino che sfiora il raddoppio in almeno due occasioni. Con l’ingresso di Floccari la Spal sicuramente si è resa più insidiosa, Radunovic non ha compiuto nessun intervento di rilievo, ma si è limitato all’ordinaria amministrazione. Nonostante un arbitraggio molto discutibile in tante dinamiche della partita e sul recupero finale di 6 minuti, eccessivo, nonostante le espulsioni dalla panchina di Taccone Jr e dello stesso Novellino, il popolo irpino può finalmente gioire dopo un mese senza vittorie. Tre punti importantissimi, ma bisogna ancora lottare. La montagna da scalare è ancora alta e servirà ancora tanta umiltà per ottenere quei 10-12 punti per la matematica salvezza. Lunedì, nell’anticipo del turno infrasettimanale i lupi saranno di scena a Frosinone, contro un altro ex: Benjamin Mokulu. All’Avellino mancheranno Paghera e Ardemagni, che erano diffidati e sono stati ammoniti contro la Spal.

DONA IL TUO 5x1000