Home Sport Avellino Calcio Avellino Calcio, tra presentazioni e campo, è il Moretti day, ma si...

Avellino Calcio, tra presentazioni e campo, è il Moretti day, ma si ferma Castaldo

Primo pomeriggio ricco d’emozioni al Partenio-Lombardi, protagonista assoluto è Federico Moretti che in Sala Stampa ci arriva agguerrito e con la voglia di togliersi qualche sassolino dalle scarpe. #calciomercato

Il centrocampista inizia esternando tutto il suo entusiasmo e gioia nell’essere il nuovo numero 4 dei Lupi. Prosegue affermando che la trattativa per il suo passaggio ad Avellino è avvenuta in modo rapido, egli stesso ha fatto in modo di concludere l’operazione in tempi brevi.

L’ex Latina ha le idee piuttosto chiare: Ho scelto Avellino perchè ho voglia di riscatto e rivincita personale”. Moretti, senza entrare troppo nei dettagli, spiega anche il motivo della sua scarsa presenza in campo a Latina: il pessimo rapporto con la società ed il tecnico Vivarini, smentendo di fatto le voci che lo volevano lontano dal campo per motivi di salute. Il giocatore dichiara di sentirsi bene e di essere impaziente nel dimostrarlo al più presto possibile sul campo.

Moretti è felice della sua scelta anche perchè ritrova il tecnico Novellino, suo allenatore ai tempi di Modena, stagione 2012/13. Conclude con la promessa di dare tutto se stesso all’U.S. Avellino (effettivamente lo ha dimostrato già domenica scorsa, allenandosi in solitudine, sotto neve e gelo del Partenio) e di mettersi a disposizione del mister (si adatta a tutti i ruoli del centrocampo) e di lavorare per il bene comune.

La risposta di Novellino non tarda ad arrivare: lo lancia nel test pomeridiano contro la Primavera (risultato finale: 6 a 1). Per il tecnico di Montemarano, che si affida ai giovani, sarà l’ex Latina il “faro” della mediana biancoverde. Molto probabilmente il calciatore sarà accontentato, giocando titolare nella gara di sabato contro il Brescia.

Non sono tutte rose e fiori, il test odierno ha portato guai in attacco per Walter Novellino, infatti Castaldo si infortuna, accusando forti fitte al polpaccio. Sicuramente l’attaccante salterà la prima partita del girone di ritorno. Il trainer irpino dovrà fare a meno anche di Camarà, impegnato in Coppa d’Africa. Altra ufficializzazione è quella che interessa il portiere Lezzerini. L’ex Viola è alla sua prima esperienza fuori Firenze (cresce nelle giovanili della Fiorentina, colleziona poche presenze in Prima squadra e debutta in Europa League). Il giovane portiere sceglie la maglia numero uno. Un numero azzeccatissimo, il giovane si presenta agguerrito, ambizioso e parla di competitività “sana” con Radunovic. L’estremo difensore dichiara di essere onorato di giocare con i Lupi e ne ricorda i fasti gloriosi dei 10 anni di serie A.

Lezzerini arriva con la formula del prestito con diritto di opzione e contro-opzione. Il giovane ha voglia di dimostrare il suo valore, ma dovrà farlo alternandosi con Radunovic. Lezzerini raccoglie un’eredità pesante, quella di Pierluigi Frattali. Il portiere (tra gli ultimi della vecchia guardia irpina) stamattina ha firmato ufficialmente con il Parma Calcio. Dopo due stagioni e mezzo da Lupo, Frattali si unisce al club Ducale con un contratto di due anni e mezzo. In entrata, manca veramente poco per il bomber Felice Evacuo (osiamo darlo per fatto al 90%) deve solo risolvere alcune pendenze con il Parma. Sull’out mancino spunta il nome di Sergio Contessa (14/03/90, Francavilla Fontana). Buon calciatore del Lecce, che ha giocato anche con Juve Stabia, Reggina (B) e Andria.

Anche se diamo per quasi certo Crivello del Frosinone, considerando anche il rifiuto di Pasquale (la moglie è in stato interessante e lui non vuole allontanarsi). Infine, ma solo per onor di cronaca in attacco, si faceva anche il nome di Samuele Longo. L’interesse per il calciatore, di proprietà dell’Inter, ma che gioca a Girona nella Serie B spagnola, è saltato (causa Evacuo).

DONA IL TUO 5x1000