Home Sport Avellino Calcio Avellino assente ad Ascoli: i lupi passeggiano, 2-0 il finale

Avellino assente ad Ascoli: i lupi passeggiano, 2-0 il finale

L’Avellino crolla ad Ascoli: gli uomini di Novellino rimediano un’altra figuraccia, dopo quelle contro Perugia e Ternana. Brutta prestazione per i biancoverdi, pessimo l’approccio in campo, zero occasioni da gol.

Avellino troppo brutto per essere il vero lupo targato Novellino. Una gara da dimenticare, con i lupi stanchi, deconcentrati e mai in partita, con l’Ascoli che con Cacia, nel primo tempo, e Orsolini al secondo della ripresa che stendono i biancoverdi. Avellino vivo solo nel finale di primo tempo, con il colpo di testa di D’Angelo e la conclusione di Belloni dal limite. Squadra molle, priva di ogni reazione, senza alcuna motivazione. Poche le spiegazioni, il campionato non è finito, mancano almeno 5 punti per la salvezza. Quello che preoccupa è proprio l’aspetto psicologico: difficile trovare oggi un calciatore sufficiente in campo. Djimsiti, sempre tra i migliori, è apparso imbambolato. Neppure l’ingresso di Castaldo ha dato pericolosità alla squadra. Il momento è delicato e fondamentale. Mancano 4 partite, quello che conta sarà l’approccio, che deve essere necessariamente diverso da oggi. Nel derby di Benevento mancherà Castaldo, che diffidato, è stato ammonito e sarà squalificato. Da valutare Gonzalez, uscito, per un problema al ginocchio destro. Rientrerà Ardemagni, oggi assente per squalfica. Novellino dovrà scuotere i suoi: la lotta salvezza è ancora aperta e i biancoverdi devono lottare fino alla fine.

DONA IL TUO 5x1000