Home Attualità Avellino, abbattuto il silos-mostro dell’Isochimica

Avellino, abbattuto il silos-mostro dell’Isochimica

Con un’operazione iniziata di buon mattino dell’ennesima giornata afosa di quest’agosto africano e durata circa quattro ore, il silos-mostro e’ stato abbattuto dalla PMT Ecologia. Aveva rappresentato per oltre trent’anni la torre Eiffel dei veleni in una citta’ che ha preso coscienza troppo tardi della nocivita’ dell’ impianto, sollecitata anche dall’azione incisiva del Procuratore Rosario Cantelmo. ll silos e’ stato imbracato e calato con manovra accorta in un telaio costruito ad hoc che lo proteggera’ fino al trasporto nella discarica di Barricalla in provincia di Torino; e’ stata necessaria l’azione di due gru per spostare il mostro dell’altezza di circa 20 metri e del peso di 37 tonnellate.
Viva soddisfazione e’ stata espressa dall’assessore all’Ambiente Augusto Penna e dal responsabile del procedimento Michelangelo Sullo; il primo ha sottolineato che il primo cittadino Foti, nonostante le critiche, passera’ alla storia come il Sindaco che ha eliminato il silos-mostro dalla citta’ di Avellino.
L’opera di risanamento proseguira’ in settembre con il trasporto a rifiuto dei cubi contenenti amianto, nel numero di 450, e l’abbattimento dei capannoni ove negli anni ottanta si scoibentavano le carrozze ferroviarie. Una volta sgombrata la piazza si potra’ dare inizio all’opera di un’area, Rione Ferrovia, che per troppi anni ha sofferto l’ingombrante presenza della fabbrica dei veleni.

DONA IL TUO 5x1000