Home Sport Avellino Calcio Ascoli-Avellino 2-0 le Pagelle: disastro biancoverde. Solo in tre per la sufficienza

Ascoli-Avellino 2-0 le Pagelle: disastro biancoverde. Solo in tre per la sufficienza

Un Avellino abulico,svogliato e irritante è riuscito nella grande impresa di far tornare al successo un Ascoli in crisi di gioco e risultati grazie ad una gara sconcertante ed imbarazzane per giunta arrivata proprio alla vigilia del trittico più brutto (Benevento,BARI,Salernitana), ma non per questo temuto, dall’intera tifoseria bianco verde.

Fatto sta che se i lupi dovessero affrontare tali gare con la superficialità vista oggi la strada della retrocessione si spalancherà automaticamente. Tatticamente i lupi sono stati annullati in tutto e per tutto dagli ascolani, complice anche l’infortunio di Gonzales che con tutti i suoi difetti, ha il grande pregio di fornire una sicurezza tattica che nessuno nella rosa riesce a garantire in quella zona del campo. Quale occasione migliore se non l’azione della prima marcatura di Cacia può avallare quello che stiamo scrivendo quando con un Jidayi incerto quest’oggi, in uscita su una sortita offensiva bianconera vedeva Belloni superato dall’ala avversaria e nessuno(Paghera dov’era?) a scalare sulla punta avversaria Cacia che ha avuto tutto il tempo di anticipare Dmjisiti e girare e trasformare in gol un ottimo appoggio dalla fascia?

Sbagliare un movimento del genere nel modulo più semplice ed utilizzato in tutte le categorie è sinonimo di un approccio alla gara prossimo allo zero. Beccare poi il raddoppio ad avvio ripresa su un disimpegno errato di Jidayi che ha lasciato campo aperto a Cacia con una linea difensiva incapace quantomeno di alzarsi e mettere in fuorigioco un Orsolini che meritatamente già opzionato dalla Juventus ,è stata la conferma che la testa dei calciatori oggi non solo era altrove ma addirittura già in vacanza con una salvezza tutt’altro che già acquisita.

Ascoli-Avellino 2-0: Le Pagelle

Radunovic 6;
incolpevole sui gol incassati Gonzales sv:un infortunio ad avvio gara lo costringe ad uscire prima dal campo sperando solo che non sia nulla di serio.

Belloni 5.5;
il suo ingresso serve quanto meno a contenere le sfuriate su quella fascia degli avversari ,si fa notare per impegno ma non incide più di tanto.

Jidayi 5.5;
fisicamente non sembra al meglio fatica più del dovuto a tenere a bada gli avanti avversari.

Dmijsiti 5.5;
come tutta la squadra patisce un gioco di non possesso tutt’altro che efficace ,un po’ distratto in occasione del gol di Cacia quando si fa anticipare facilmente dall’ariete bianconero e troppo mollo ad avvio ripresa quando perde un contrasto con lo stesso attaccante marchigiano bravo ad innescare una ripartenza letale concretizzata da Orsolini.

Laverone 5.5;
impiegato nel suo ruolo naturale quello di terzino destro soffre molto la catenaria opposta formata dal duo Favilli-Cassata come in occasione del primo gol marchigiano. Anche per lui una giornata no.

Paghera 5;
svogliato, inefficace ed irritante .Dov’era in occasione del gol di Cacia invece di scalare ed impedire che Dijmsiti subisca l’anticipo dell’avversario? Perde costantemente i duelli nel suo settore di campo e non riesce mai a imbastire un passaggio corretto ai compagni.

Moretti 5;
ad avvio gara non solo perde un contrasto che sta per innescare un azione pericolosa degli avversari ma si ferma addirittura. Tranne qualche buon passaggio gioca una gara anonima e insignificante.

D’Angelo 6;
il capitano è l’unico a fare qualcosa di decente a centrocampo grazie alla sua proverbiale e immancabile grinta. Da lodare il suo impegno nonostante i limiti tecnici in fase di impostazione Verde 5:ancora una gara sottotono per il giovane di proprietà della Roma che si sacrifica molto in fase di contenimento ma non incide per nulla in quello di impostazione.

Eusepi 5;
troppo statico non riesce mai a far salire la squadra che allunga spesso per via della sua poca proposizione al portatore di palla.

Castaldo 5.5;
cerca di farsi vedere e dare qualche segnale di risveglio ma anche per lui è una giornata tutt’altro che positiva.

Bidhou 6;
ha il merito di ravvivare un po’ la manovra irpina ma i suoi movimenti oramai meccanici sono conosciutissimi alla difesa avversaria.

DONA IL TUO 5x1000