Home Dai Comuni Accordo tra Comune e Irpiniambiente, Avellino sara’ una citta’ pulita?

Accordo tra Comune e Irpiniambiente, Avellino sara’ una citta’ pulita?

E’ stato concluso il contratto con Irpiniambiente, societa’ incaricata alla raccolta dei rifiuti, ma anche allo spazzamento e al decoro della citta’. La societa’ partecipata della Provincia si dovra’ prefissare come obiettivo minimo raccolta differenziata al 65 % contro l’attuale 32% entro gennaio 2018.

Per raggiungere il risultato, che ci vede in netto ritardo, ci vorra’ la collaborazione dei cittadini che pure dovranno dimostrarsi civili, ma anche l’azione di vigilanza, ed all’occorrenza anche sanzionatoria, da parte della Polizia Municipale. La cittadinanza dovra’ conformarsi alle nuove modalita’ di conferimento: partira’ da subito una campagna informativa che illustrera’ turni ed orari dei conferimenti, sia della frazione umida che dell’indifferenziato.

La novita’ e’ che i cassonetti, quelli bianchi, blu e gialli, nonche’ le campane per il vetro spariranno: con la partenza del porta a porta spinto il conferimento sara’ concentrato tutto in un unico cassone multisettoriale che sara’ concesso in dotazione ai condomini. A proposito i vecchi secchielli, forniti dal Comune alle famiglie ormai da un lustro e rimasti inutilizzati, che fine faranno? Aspettiamo che la campagna informativa ci dia delucidazioni in merito, ma temiamo che i tempi biblici di attesa abbiano reso anche questi aggeggi inutili…
Per ora c’e’ stata conferenza stampa congiunta di Comune ed Irpiniambiente: presenti oltre al Sindaco Foti e a Boccalone (a.d. della Partecipata), il vice sindaco Iaverone, l’assessore all’Ambiente Augusto Penna ed il Comandante Arvonio della Polizia Municipale. Il Sindaco ha presentato il nuovo piano stilato con la societa’ Irpiniambiente, che sara’ sottoscritto il prossimo 22 giugno, che prevede la raccolta porta a porta di tutti i tipi di rifiuti (organico, indifferenziato, carta e imballaggi, multimateriale (plastica, lattine ed alluminio), lo spazzamento delle strade ed il mantenimento del decoro urbano tramite anche lo sfalciamento programmato del verde (previsti sei interventi all’anno); inoltre installazione di dog toilette e disinfestazione costante dei marciapiedi.
Per quanto concerne le condizioni economiche e’ stato concordato un costo di €.7.999.916/00 oltre iva per i servizi di raccolta e spazzamento; per il conferimento della differenziata sara’ corrisposta ulteriore somma di €. 2.102.426/00 oltre iva; per la fornitura e manutenzione delle attrezzature saranno riconosciuti €.231.044,22 oltre iva. Il costo complessivo del servizio sara’ di €.10.333.387,82.

Da conteggiare a parte lo smaltimento dei rifiuti indifferenziati conferiti allo Stir e la gestione dell’isola ecologica comunale. Previsti anche penali ed incentivi a seconda dei risultati raggiunti.
Il Sindaco Foti ha parlato di “rivoluzione copernicana”, qualche altro di svolta epocale! La cittadinanza, che pur deve fare la sua parte a pena di salate e giuste sanzioni, si augura solo che Avellino possa diventare una citta’ pulita. Ma si inizi quanto prima, poiche’ con la penuria d’acqua e la stagione estiva appena iniziata, si corre il rischio di sviluppo di focolai di malattie infettive. In tal caso non ce la potremmo prendere con la presenza degli extracomunitari, che tra l’altro sono pure pochi in citta’. Se vi fate un giro a Nocera o a Palma Campania vi accorgerete che essi costituiscono la meta’ della popolazione.

DONA IL TUO 5x1000